AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 37-2017

L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

L’AUTUNNO ORMAI È ARRIVATO, E PORTA LCON SÉ UNA SERIE INFINITA DI EMERGENZE

La prima cosa che ci è venuta in mente tornando al lavoro questa mattina, è stata di quanto sareb.be stato duro raccontare a tutti i nostri lettori questo drammatico week-end. Il maltempo che si è scatenato su tutta l’Italia e che ha devastato Livorno ci ha presentato senza mezzi termini l’arrivo di un autunno difficile e pericoloso. Ma mentre lasciamo alla scienza la futura risoluzione delle nuove condizioni metereologiche che da qualche anno spazzano il nostro paese, vogliamo porre subito all’attenzione di tutti il problema di una popolazione stremata perché in eterna emergenza. Solo la brutta domenica di ieri ha fatto registrare alluvioni, for.ti temporali, allagamenti, mareggiate e anche una forte scossa di terremoto nel cuore dell’Abruzzo. Mentre a Livorno cominciava per l’ennesima volta la triste conta del.le vittime di una abnorme bomba d’acqua, Roma e molti comuni sul litorale rimanevano per varie ore allagati, isolati e con treni, metro e linee bus bloccati. E la perturbazione non ha certo finito di flagellare la nostra penisola, visto che ora si sta spostando col suo carico di acqua e di venti fortissimi verso il sud. Il nostro territorio, si sa è un lembo stretto di terra che va dalla montagna al mare per più settemila chilometri: quindi è chiaro che ogni goccia d’acqua che ci cade addosso riceve una spinta verso le coste portando con sé tutto quello che si trova davanti. Ma proprio per questo, per la singolarità del nostro paese e per le sue caratteristiche morfologiche che lo rendono comunque unico, occorre chiacchierare di meno e fare più prevenzione. Da subito, non solo monitorando minuto per minuto la situazione del meteo (la notte di sabato il codice rosso era previsto nella zona di La Spezia, 90 km più a nord di Livorno), ma curando le ferite, gli abusi e le problematiche di un’Italia troppe volte vittima si smottamenti e alluvioni. Buona lettura!

Angelo Aleksic


Sommario