AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 39-2017

L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

FINALMENTE UNA BELLA NOTIZIA, SIAMO NOI IL POPOLO PIÙ GENEROSO DI EUROPA

Non è difficile convincersi del fatto che siamo generosi, lo sappiamo già da soli: gli italiani in effetti, dati alla mano, tra sms, bollettini postali e nuove tecnologie sul web, sono il popolo di Europa che fa più beneficenza. Forse molto spesso, almeno a giudicare i toni con cui riusciamo ad accendere ogni gior.no su internet e sui giornali ogni tipo di polemica che riguardi politica, sport o cronaca nera, questo non sembrerebbe. Presi uno per uno, lontani dalla bagarre social e da quella davanti al… telegiornale, siamo altruisti e molto generosi, dediti all’aiuto collettivo e al volontariato, sensibili alla sofferenza e al dolore: e se gli ultra-cinquantenni in genere se la cavano con pur significativi gesti di donazioni economiche, i giovanissimi sono disposti a fare molto di più, optando per l’aiuto reale in prima persona, e facendosi sempre più coinvolgere nelle missioni impossibili del primo giorno: gli ‘angeli del fango’, o l’incredibile volontariato di scavo e protezione degli sfollati dopo i numerosi terremoti che hanno sconvolto il nostro paese. Non solo, il nostro popolo comincia a farsi valere anche nei testamenti solidali, indirizzando a fine vita sempre più lasciti e beni a chi ne ha bisogno. Nell’articolo a pagina 20 troverete cifre e percentuali della nostra bontà, che ci regala ancora un posto da leader a livello mondiale. Certo, se ci piace aiutare il prossimo è anche vero che abbiamo tutto il diritto di sceglierlo e di garantire il nostro aiuto in modo anonimo, senza etichette e con la paura di essere strumentalizzati. Convinti poi, ma questo è senza dubbio un discorso più complicato, che il nostro contributo molte volte sofferto e comunque sempre puntuale, arrivi subito a chi lo abbiamo indi.rizzato: è per questo che la storia (tutta da prova.re) dei 33 milioni di Euro donati ad Amatrice tramite sms, e non ancora interamente utilizzati, non ci piace affatto: che si faccia subito chiarezza, perché pur essendo buoni e fiduciosi, con chi sbaglia siamo molto severi.
. Buona lettura.

Angelo Aleksic


Sommario