AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 40-2017

L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

L’ITALIA NON È UN PAESE PER GIOVANI, E QUESTA PROPRIO NON È UNA BUONA NOTIZIA

Non è davvero una gran bella notizia venire a sapere (e ce lo testimonia la bella inchiesta dei nostri giornalisti a pagina 14) che il nostro sta diventando un paese di mamme e papà in attesa… dei figli che sono scappati all’estero. Più di 250 mila giovani e giovanissimi ogni anno fanno la valigia e se ne vanno lontano dall’Italia a studiare a a lavorare: una cifra impressionante, che sfiora le vette d’emigrazione toccate nel dopo.guerra, quando moltissimi italiani decisero di abbandonare un paese distrutto dalle bombe e dall’occupazione tedesca per cercare fortuna altrove. Altro che Brexit, insieme alla Germania è sempre l’Inghilterra la meta più ambita d’Europa, mentre oltre oceano l’Argentina, il Canada e gli Usa (difficile da raggiungere per le leggi durissime che rendono sempre più difficile l’immigrazione) sono i nuovi oggetti del desiderio per chi vuole cambiare aria. Le cifre e le statistiche parlano chiaro, si tratta di una vera e propria fuga di cervelli: giovani dinamici e intraprendenti, con un livello di istruzione molto alto, idee precise e smartphone pieno di indirizzi e di opportunità. Da una parte è verissimo, tutti noi sproniamo chi è giovane e pieno di speranze a misurar.si con il mercato libero e con questa meravigliosa Europa unita che ha volte sembra soltanto un’utopia. Il mondo oggi è molto più vici.no che in passato, la conoscenza delle lingue e la moneta unica in tanti paesi del vecchio continente rende tut.to molto più semplice. È anche vero però che al più presto l’Italia deve cominciare a progettare un futuro miglio.re e un un ritorno da protagonista nell’economia che conta: senza i nostri figli, rinunciando insom.ma alle generazioni più giovani che tanto hanno da dare al belpaese andremo sicuramente poco lontano. Dobbiamo invece imparare a garantire loro lo studio e il lavoro nel nostro paese, anche perché se le cifre non mentono, una volta partiti una gran parte di loro non tor.na più a casa, se non per salutarci e fare una scorta di cibi di mamma. Buona lettura.

Angelo Aleksic


Sommario