AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 44-2017

L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

SI POTRÀ VIVERE FINO A CENT’ANNI, MA PER LO STATO È UNA BELLA NOTIZIA?

La notizia è ghiotta e di quelle davvero interessanti, sia per il nostro futuro che per quello di figli e nipoti: con l’aiuto di una alimentazione attenta e più sana, accumulando meno stress e non disabituandoci mai a un piccolo sforzo fisico nel corso della giornata, molto presto potremmo vivere fino a 120 anni. Andate a pagina 14 di questo numero di Mio, per scoprire insieme a noi trucchi e consigli per campare meglio e di più. Che la nostra aspettativa di vita si stia incredibilmente allungando è un dato di fatto, e non siamo stati gli unici ad accorgercene, visto che con l’aumento medio dell’età dei nostri anziani è già in programma, i politici in proposito sono quasi tutti d’accordo, lo sbarco in pensione al venerando step di 67 anni compiuti. Il fatto che vivremo di più, ormai incontestabile e comprovato dalle più recenti statistiche, potrebbe quindi per il nostro paese sembrare un proble.ma, anche se in realtà è una cosa bellissima, a cui tutti noi aspiriamo da sempre. Che l’Italia non sia un paese qual.che volta all’altezza dei suoi sogni lo sappiamo da soli, ma che questo debba andare a inficiare la nostra voglia incredibile di vivere a lungo è una pazzia. Una cosa è certa, noi siamo già tra le nazioni più anziane del pianeta: curiamo con attenzione i nostri nonni (più spesso sono addirittura loro che si occupano di noi) e ci adoperiamo per fare passar loro gli anni più difficili della loro lunga vita con serenità e amore. Ma dobbiamo an.che assicurarci che la nostra prossi.ma vecchiaia, e quella delle future generazioni che sforeranno senza alcuno sforzo la quota dei cento, sia agiata e tranquilla, resa migliore da una sempre più efficiente sanità e da una robusta pensione. In Italia c’è da lavorare su tutto, ma il nostro ieri e il nostro domani, ovvero gli anziani e i giovanissimi, motori indiscutibili del nostro paese, sembra.no sempre più trascurati. E in.vece è importante sapere che per merito del progresso, del.la medicina e della scienza, la nostra vita sarà sempre meglio. Buona lettura!

Angelo Aleksic


Sommario