AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 18-2018

 L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

AMICO CELLULARE, SPEGNETELO SPESSO SE NON VOLETE CHE DIVENTI UN NEMICO

Un amico a portata di mano, che può trasformarsi nel nemico del quale non riuscire più a fare a meno. Vi sto parlando dell’amato-odiato cellulare che, se fosse esistito già nel 1600, (ma per fortuna no) Cartesio lo avrebbe defi nito una “res extensa”, l’estensione del nostro corpo. Ma, senza dover scomodare l’antico fi losofo, che il telefonino sia diventato una sorta di protesi tecnologica, è letteralmente sotto gli occhi di tutti: dagli anziani fi no ai più piccini, che più di noi non possono proprio farne a meno. Ed è proprio la smartphone-dipendenza dei più piccoli, o comunque dei ragazzi, a mettere in allarme i genitori, che dovrebbero impartire ai fi gli un uso moderato del cellulare. Invece sono proprio gli adulti a essere indisciplinati mentre chattano o consultano le app in frangenti della giornata sicuramente poco opportuni. Quali? Nel servizio all’interno abbiamo elencato i momenti fondamentali in cui il telefonino andrebbe spento: a tavola, davanti alla tv o soprattutto quando si è alla guida. Insomma, basterebbe un pizzico di autocontrollo in più per capire, senza farsi pregare, che questo benedetto cellulare andrebbe staccato sempre più spesso, per non perdere il fi lo della vita, quella vera, gustandosi un bel fi lm, una musica romantica o un bel tramonto senza selfie. Buona Lettura

Angelo Aleksic


Sommario