AAEditore

Menu

Settimanale Mio N 21-2018

 L’editoriale Dell’Editore Angelo Aleksic:

angelo

TRA BULLI E CROLLI LE SCUOLE ITALIANE OGGI CI FANNO FARE ANCHE UN SORRISO

In un periodo in cui il Telefono Azzurro viene preso d’assalto per le richieste d’aiuto sui troppi episodi di bullismo e la mancanza di fondi e di investimenti adeguati ha trasformato troppe strutture scolastiche in luoghi poco sicuri, fa notizia il meraviglioso gesto degli alunni dell’Istituto Tecnico di Torre Annunziata che, non avendo visto arrivare in aula la loro insegnante con difficoltà motorie, si sono precipitati a casa sua, salvandola di fatto da un improvviso malore che l’aveva fatta cadere a terra: la scuola italiana deve ripartire da questi ragazzi dal cuore d’oro, o più semplicemente dotati di quella sensibilità umana che troppo spesso manca tra i banchi di scuola, dove il rispetto per i docenti e per i compagni sembra ormai un optional. Il sistema didattico ed educativo ricomincia da chi ha voglia di imparare le regole base della correttezza e della generosità, non dai bulli che si sentono padroni del mondo, né tanto meno dagli incidenti infrastrutturali che mettono in discussione la credibilità di chi si occupa di edilizia e di manutenzione degli impianti, sempre meno agibili. Il futuro dei nostri ragazzi passa attraverso la sicurezza e una serie di lezioni di vita in grado di farli maturare fino a diventare uomini. Anche se stavolta sono stati i giovani di Torre Annunziata a dare a noi adulti una lezione importante: l’altruismo non ha età.

Angelo Aleksic


Sommario